ivermectin dose daily schedule dog mange precio de la ivermectina 6 mg ivermectina 6 mg prospecto ivermectin injectable bottle picture diluting instructions for "ivermectin" 1.87% horse paste to treat a small dog? directions

POLE DANCE: SHARA LECTER

La campionessa internazionale di pole dance Shara Lecter, di recente a Roma con il Circo Sensual di Abel Martin, incanta il pubblico con le sue evoluzioni e ci fa scoprire le antiche origini di questa disciplina.

Shara Lecter, soprannominata “il corpo perfetto”, nasce a Madrid, città in cui vive, da madre colombiana e padre spagnolo. L’abbiamo conosciuta a Roma, dove è arrivata per esibirsi con la pole dance nello show “Que calor!”, il Circo Sensuale di Abel Martin, direttore artistico della compagnia Fiesta Escénica e delle sue fortunate produzioni circensi, brillanti spettacoli internazionali di forte attrattiva.

Abbiamo assistito alle prove e poi alla prima di questo divertente ed originale show, portato in scena con grande successo di pubblico all’Atlantico Live di Roma dal 3 al 19 marzo: un varietà in chiave sensuale e mai volgare, con esibizioni acrobatiche e circensi di elevato livello eseguite da alcuni dei migliori artisti internazionali, numeri di cabaret e burlesque, divertissement en travesti, in una atmosfera parigina da cafè chantant e con il coinvolgimento del pubblico.

La pole dance è un’arte che fonde acrobatica e danza, mirata alla esecuzione di figure spettacolari su una pertica montata verticalmente. Richiede doti di forza, scioltezza, coordinazione, agilità flessibilità e resistenza, e regala a chi guarda la magnifica illusione che il corpo dell’artista non sia soggetto ad alcuna gravità mentre disegna arditamente nello spazio, e dalle diverse prospettive, meravigliose architetture.

Shara in scena ha un look avveniristico, che evoca potenza e suggestivi archetipi: testa rasata, tatuaggi, tacchi vertiginosi, forme da dea induista della fertilità, un look che si adatta perfettamente all’essenza di questa arte, la forza, come disciplina del corpo e della mente. Scopriamo che la pole dance deriva da uno sport antico praticato in india il “Mallakhamb”, combinazione delle parole “malla” che significa atleta, o uomo forte, e “khamba”, palo, oggi ancora oggi esercitato dai giovani per sviluppare corpo, mente e volontà.

Shara modella il suo corpo con la tenacia e la passione di uno scultore con la creta, durante lunghi e faticosi allenamenti quotidiani, che pure non le pesano. Predilige uno stile di vita sano, non fa alcun uso di sostanze chimiche per aumentare la massa o la resistenza muscolare, solo alimenti naturali, vita equilibrata, da autentica sportiva. Coltiva la ricerca spirituale, senza targhe e definizioni, due occhi che sorridono sempre e raccontano di un mondo interiore ricco di sensibilità e coscienza, come non se ne incontrano spesso.

Dolce e comunicativa, Shara ha un grande appeal, chi la conosce l’adora, e chi non la conosce se ne sente attratto, andare in giro con lei, anche in tuta e scarpe da ginnastica, significa avere mille occhi puntati addosso. Ha iniziato con la danza classica, che riconosce come la sua base, e poi tante altre discipline sportive, un diploma da infermiera e la passione per la pole dance scoperta qualche anno fa, che l’ha portata ai vertici delle gare internazionali. Esibizioni e competizioni dunque, ma nella sua vita c’è anche l’insegnamento, ha girato un cortometraggio e non le dispiacerebbe lavorare per il cinema.

La sua performance è spettacolare, incanta per bellezza, armonia, ed abilità: il “corpo perfetto” (il suo soprannome) cela uno spirito forte e volontà d’acciaio.

Paola Sarto

Foto Massimo Danza

“QUE CALOR”: ARRIVA A ROMA IL CIRCO SENSUALE DI ABEL MARTIN

L’originale show di Abel Martin regala divertimento ed emozioni, con grandi attrazioni ed una caliente atmosfera glamour. 

A Roma, in anteprima assoluta per l’Italia, è arrivato il Circo Sensual di Abel Martin con il suo spettacolo “Que Calor”, in scena all’Atlantico Live fino al 19 marzo, una co-produzione “La Fiesta Escénica” e Project Leader.

Una esperienza “insolita” per il pubblico italiano, un mix di cabaret, burlesque, esibizioni acrobatiche e circensi, divertissement en travesti, tutto in chiave sensuale e su un palco a più livelli le cui suggestive scene sono evidenziate da una fascinosa cornice barocca di grande effetto visivo, con due giganteschi cavalli rampanti ai lati.

I numeri e le attrazioni sono animati da bellissimi giochi di luce, che regalano effetti da gran varietà, e vedono protagonisti alcuni tra i migliori acrobati ed artisti circensi internazionali, con glamour e garbata malizia ma senza volgarità.

L’Atlantico Live è un locale che presta perfettamente i suoi grandi spazi ad uno show dalla piacevolissima aria parigina, da cafè-chantant: i tavolini a lume di candela fin sotto il palco regalano un pizzico di trasgressione, ma di realmente trasgressivo in realtà c’è solo l’alta qualità delle esibizioni atletiche ed acrobatiche.

Il regista Abel Martin è un sapiente conoscitore delle diverse arti dello spettacolo, ha fondato nel 1995 la compagnia La Fiesta Escènica” e dal 2001 si è trasferito in Galizia (Spagna) deciso a recuperare la sua passione per il circo, completando il team con alcuni dei migliori artisti locali ed internazionali, fondando una scuola di teatro ed avviando così le sue fortunate produzioni circensi.

Ecco alcuni degli artisti impegnati in questa produzione, desideriamo menzionarli per la loro bravura:

Shara Lecter, spettacolare campionessa internazionale di pole dance, Aris Zavatta, proveniente da una delle più famose famiglie circensi spagnole, e le sue incredibili evoluzioni acrobatiche sulla pertica, gli lcarios, ovvero i fratelli Cedeno, quarta generazione di circensi della loro famiglia, nei “giochi icariani”, una disciplina acrobatica nella quale un “agile” è sospinto dalla forza delle gambe del suo partner fino a compiere spettacolari evoluzioni. E poi un travolgente Jonathan Moller, uno dei più famosi artisti al mondo specialista della Cyr Wheel, la grande ruota di materiale metallico, Matthias Tempette e Steven Castillo Aguilar tanto esilaranti quanto abili nel numero della “danza degli asciugamani”, in cui danzano “in déshabillé” scambiandosi, a ritmo di musica, i due piccoli asciugamani che coprono i loro corpi, senza mai scoprirsi (o quasi). Ma ancora Luis Morales e Xavo Jimsa, acrobati provenienti dal Messico dove si sono diplomati in Performing Arts e Circo Contemporaneo, con le aerial straps o cinghie acrobatiche, Leilani Franco una pluripremiata contorsionista e coreografa inglese, che si esibisce dentro una grande, scenografica vasca trasparente piena d’acqua, il Trio Fresh che si esibisce nel trapezio triplo, acrobazie aeree effettuate a tre, contemporaneamente nello stesso attrezzo.

Lo spettacolo è davvero divertente e regala emozioni, è destinato ad un pubblico maggiore di 14 anni e sarà in scena fino al 19 marzo.

Paola Sarto

Foto Massimo Danza